GPhone:google e tanti altri…

Il GPhone si farà, ma sarà praticamente invisibile. È stata la stessa Google a rivelarlo, facendo capire una volta per tutte quelli che saranno i suoi piani per l’ingresso nel mondo della mobilità. L’idea con cui la grande G ha intenzione di stravolgere il mercato della telefonia mobile sarà infatti un nuovo concetto di utilizzo più che un telefono vero e proprio. “Non stiamo costruendo un GPhone”, ha precisato Andy Rubin, direttore della divisione mobile platforms della casa di Mountain View, “ma vogliamo permettere a 1000 persone di costruire il GPhone”. Il concetto è chiaro: Google metterà a disposizione lo scheletro software – attualmente denominato Android – sul quale poi costruttori di telefonini e operatori andranno a sagomare i propri prodotti e i propri servizi. Per farlo la società si avvarrà della collaborazione con 33 fra le società più luminose della galassia mobile, compresi costruttori di telefonini (fra questi anche Htc, Lg, Motorola e Samsung), costruttori di hardware (come Intel e Texas Instrument) e operatori telefonici (per l’Italia ci sarà Telecom). Una vera e propria maxi-alleanza, ribattezzata per l’occasione Open Handset Alliance, che lavorerà di comune accordo per permettere lo sviluppo di un unico modello di software per i dispositivi portatili. Al contrario di tutti i principali concorrenti, Google offrirà la propria piattaforma gratuitamente, come licenza open software, e senza pretendere l’inserimento del proprio logo. Una decisione, fa notare il New York Times, che rivela le reali motivazioni che si nascondono dietro a questa operazione, incentrata sulla vendita di spazi pubblicitari più che sulla distribuzione del software in sé. Google in sostanza farà in modo che tutti i suoi servizi siano integrati all’interno degli apparecchi di nuova generazione in modo da favorire le entrate generate dalla pubblicità, proprio come fa attualmente sul web. I primi telefoni basati su Android dovrebbero fare la loro comparsa nella seconda metà del prossimo anno; nel frattempo il titolo Google vola in borsa toccando il record storico di 730,23 dollari (+2,67%), per una capitalizzazione di 230 miliardi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: