Paris Hilton e il suo prosecco

 

L’arrivo sul mercato del primo prosecco in lattina prodotto da una ditta tirolese e promosso attraverso la nota e discussa ereditiera Paris Hilton, rischia di danneggiare l’immagine del prestigioso vino Made in Italy costruita nel tempo con una crescente attenzione alla qualità che ha permesso di conquistare nuovi consumatori e di competere proprio sul piano della qualità ad armi pari con lo champagne francese.
L’operazione commerciale – evidenzia la Coldiretti – sfrutta un vino famoso nel mondo per le sue eccezionali caratteristiche organolettiche, consolidate in secoli di lavoro dei vignaioli, a favore di una bevanda che rischia di snaturare la qualità e la tipicità proprie del prosecco. Come potrà – si domanda la Coldiretti – il consumatore attraverso la lattina apprezzare il colore giallo paglierino, il profumo gradevole e caratteristico di fruttato e le famose bollicine? Occorre – precisa la Coldiretti – proteggere le denominazioni per salvaguardare l’impegno delle imprese, per valorizzare le produzioni, le tipicità e il territorio.

Annunci

3 Risposte to “Paris Hilton e il suo prosecco”

  1. Ma non è così grave via, in questo modo anche i ragazzini berranno vino … mah!!

  2. Guarda per me Paris ha fatto bene…é una figata la lattina d’orata…

  3. Non mi riferivo a Paris, ma al contesto sociale … che poi la lattina si bella può anche essere bella una semplice lattina in questo mondo, tanto de mennezza c’è già tanta per cui …

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: